PROGRAMMIAMO
Internet - Una rete di reti
Definizione di rete di calcolatori

In generale possiamo definire una rete di calcolatori (computer network) come un insieme di computer collegati tra loro:

La rete consente ai computer in rete in generale di:

Le reti sono utilizzate spesso nelle scuole, nelle istituzioni e nelle aziende per collegare fra loro i diversi computer presenti: si parla in tal caso più precisamente di reti locali o LAN (Local Area Network). Internet è invece una rete globale (Global Area Network) in quanto collega fra di loro computer situati in tutto il mondo.

Il grafo di internet

Abbiamo accennato prima al fatto che è possibile rappresentare (o piuttosto immaginare di rappresentare) internet come un enorme grafo. Esplorando ulteriormente la struttura di questo grafo, distinguiamo all'interno di esso due tipologie di nodi fondamentali:

Si osservi la figura seguente in cui abbiamo rappresentato una piccola porzione del grafo di Internet:

Nella figura precedente i router sono rappresentati come cerchi in colore nero, mentre i terminali sono i quadratini colorati.

E' bene precisare subito una cosa: sia i router che i terminali sono elaboratori, ovvero computer nel senso più ampio del termine, nel senso che si tratta di macchine in grado di elaborare dati. A seconda dei casi potrà trattarsi di Personal Computer, di Smartphone, di computer dedicati o altri dispositivi simili eccetera.

Ciò che distingue i terminali dai router è la loro funzione e la loro posizione all'interno della rete. Come si può osservare i router si trovano solitamente all'incrocio o confluenza fra diversi rami. Il loro compito è infatti quello di instradare (router significa infatti letteralmente "instradatore") le informazioni da una porzione di rete a un'altra (più precisamente da una sottorete a un'altra sottorete, ma torneremo dopo su questo concetto). I router agiscono in modo non troppo dissimile dagli scambi ferroviari, che consentono di smistare i convogli su diverse linee.

I terminali invece, come suggerisce il nome, sono nodi terminali, cioè si trovano al termine di un ramo e, solitamente, non sono connessi ad altri rami. Qui troviamo i computer degli utenti (come ad esempio un tablet collegato in rete), ma anche computer dedicati ad altri scopi particolari (fra questi troviamo i vari tipi di server di cui parleremo a lungo più avanti). In sostanza, ciò che distingue i router dai terminali è che questi possono avere molti scopi, ma non quello di smistare o instradare informazioni.

Internet come rete di reti (inter+network)

Abbiamo già detto che Internet deriva infatti da Inter-Network e contiene l'idea che Internet aggrega fra loro innumerevoli reti di livello inferiore. Infatti è possibile individuare una sorta di struttura gerarchica all'interno del grafo della rete, come mostra la figura seguente:

I router indicati col numero 1 potrebbero essere piccoli router domestici o router aziendali ai quali fanno capo reti locali (LAN).

I router indicati con 2 sono router di secondo livello, di solito appartenenti agli ISP (Internet Service Provider) cioè alle società che forniscono il servizio di connessione a internet (es. Infostrada).

Ai router di terzo livello (numero 3) fanno capo diversi ISP e così via a salire. Si noti come il grafo totale sia dato dalla connessione di tanti grafi di livello inferiore via via raggruppati a salire. La struttura di internet è quella di una rete che mette in connessione tante (sotto) reti. Da qui il nome internet, che deriva da inter-network, cioè rete interallacciata, interconnessa. Una rete di reti, insomma.

 

precedente - successiva

Sito realizzato in base al template offerto da

http://www.graphixmania.it